Chrome Sky – “Ice God”

Creazione innovativa per mezzo della fusione di un ottimo industrial, con influenze metal in un unico scenario difficilmente etichettabile, con la voce come unico elemento umano sullo sfondo di un set up strumentale interamente nudo e crudo. Stiamo parlando del progetto a distanza del duo dei Chrome Sky , formato da Mario Ferrarese originario di Catania e che attualmente vive ad Amsterdam e Paolo Miano siciliano residente a Catania, che dopo l’Ep “Binary”, danno vita ad un nuovo lavoro un nuovo Ep dal titolo “Ice God”, pubblicato sempre per la Ghost Record .

Quello che ne esce fuori è un tagliente ed energico sound generale, che senza mezze misure ti entra in testa come un treno in corsa. Durante l’ascolto si possono apprezzare, suoni corposi ed intensi, ben sostenuti da una linea vocale che ne esalta le potenzialità e allo stesso tempo le qualità della proposta. L’andamento del disco risulta vario e originale, con aperture di suono che si dimostrano una bella variante riuscendo a generare uno spiraglio di luce in questa atmosfera quasi cupa, ma per niente brutta.

Un sound nel complesso che si rivela un pugno nello stomaco e allo stesso tempo una manna da cielo perchè in questo genere di scenario metal spesso e volentieri le proposte stereotipate e banali sono all’ordine del giorno ed ascoltare qualcosa di tutt’altro che banale e scontato è sempre un piacere.

“Ice God”, è un prodotto a nostro avviso, di nicchia, interessante, anche solo per il fatto che all’interno troviamo un tributo a Franco Battiato con il brano in chiave Chrome Sky di “No Time No Space” e un singolo/video pubblicato a sostegno morale della situazione attuale in Ucraina “Greedy Hands”.

I Chrome Sky con questa nuova uscita hanno dato prova di come si possa ottenere buoni risultati anche lavorando a distanza senza porsi limiti di spazio e di tempo.